La statua del Salvatore, disegnata da Giosuè Argenti, professore all'Accademia di Belle Arti di Milano, venne commissionata allo scultore milanese Pietro Zucchi, esperto esecutore di statue colossali. Fusa in rame dorato, misura 4,75 metri di altezza.

Il 16 maggio del 1878 venne posta sulla sommità della Cupola a vegliare sui novaresi.

Nel 1932, resasi necessaria una prima ridoratura, il Salvatore scese e risalì la Cupola.

Nel periodo compreso tra il 1983 e il 1985 si tentò una nuova doratura.

Le operazioni evidenziarono la necessità di un intervento radicale atto al consolidamento della struttura del monumento.

Venne quindi realizzata una copia in vetroresina dorata, copia che ora domina Novara.

L'originale è stato portato nel transetto sinistro dove è rimasto per alcuni anni.


ritorna alla pagina precedente